sabato 3 dicembre 2011

Prove allo specchio



"salto i preamboli, perché con quelli casco sempre male e poi finisce che mi incarto.
Mi piaci perché quando ti vedo mi viene di sorridere, e non riesco a smettere.
Mi piace come scrivi, come ti gratti la barba, come fai smorfie strane quando cerchi di ricordare qualcosa. Mi piace anche come fumi, come mangi biscotti e come sai un sacco di cose che non so.
Mi piaci perché mi allunghi le giornate, perché sei tu, e geloso di esserlo tu e basta, e perché faccio le stesse cose che fai tu, senza saperlo.
Mi piaci perché sai quello che penso prima che lo dica.
Mi piaci perché sbucci la frutta in un solo pezzo, perché hai le mani calde quando le mie sono fredde e viceversa, perché riconosci un pezzo dopo otto note.
Mi piaci anche perché assomigli a Wolverine. Però forse è lui che assomiglia a te."

"Pomi?"

"sì?"

"sei chiuso in bagno da un'ora e mezza a parlare con lo specchio"

"lo so"

"..."

"..."

"senti, ma il coraggio di dirglielo lo troverai mai?"

"..."

"Pomi?"

"..."

"ho capito. Esci, devo lavarmi i capelli"

1 commento: